giovedì 16 maggio 2013

Foccaccia di farina di mais con tonno fresco..."proja tuna style"...




"Il più bello dei mari è quello che non navighiamo.
Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti.
E quello che vorrei dirti di più bello
non te l'ho ancora detto."

(Nazim Hikmet, poeta turco)

"Najlepse od svih mora je ono kojim ne plovimo.
Najlepsi od nasih sinova jos uvek nije postao covek.
Nase najlepse dane jos uvek ne zivimo.
A ono najlepse sto bih zeleo da ti kazem
jos uvek ti nisam rekao."

(Nazim Hikmet, turski pesnik)

Ovviamente non c'entra nulla con la bellissima poesia ma delle volte ne abbiamo bisogno (di poesia intendo)...allora...

Per una teglia di 30 x 25 cm (circa) :

3 uova
200 ml di yogurt 
(io ho usato lo yogurt magro)
200 ml di latte
100 ml di olio extravergine d'oliva + 1 cucchiaio
150 g di farina di grano
150 g di farina di mais
1 bustina di lievito per torte salate
la parte verde di 4 cipollotti
5 - 6 pomodirini cigliegina
2 cucchiai di olive nere 
(io adoro le taggiasche)
1 cucchiaio di capperi sotto sale
400 g di tonno fresco
sale, pepe
basilico fresco





Lavare e affettare la parte verde dei cipollotti. Lavare e tagliare in quarti anche i pomodorini. Farli saltare velocemente in una padella con 1 cucchiaio d'olio extravergine d'oliva. Spegnere il fuoco e aggiungere il tono tagliato a dadini (1 cm), le olive nere, i capperi (lasciati precedentemente in un bicchiere di acqua per 5 minuti e poi sciacquati) e qualche foglia di basilico spezzato con le mani. Salare e pepare.
In una ciotola mescolare con una frusta a mano le uova con lo yogurt, il latte e l'olio, aggiungere le due farine, il lievito settacciato e un pizzico di sale. Il composto deve risultare piuttosto fluido. 
Aggiungere il tonno e mescolare bene.
Versare tutto nella teglia imburrata e infarinata (oppure rivestita di carta da forno) e cuocere nel forno precedentemente riscaldato a 180° per 30 - 35 minuti.





Naravno, nema veze sa stihovima ali s vremena na vreme nam je i to potrebno (mislim na stihove)...dakle...

za pleh dimenzija 30 x 25 cm (manje vise) :

3 jaja
200 ml jogurta
200 ml mleka
100 ml maslinovog ulja + 1 kasika
150 gr kukuruznog brasna
150 gr psenicnog brasna
 1 kesica praska za pecivo
repovi od 4 struka mladog luka
5 - 6 cherry paradajza
2 kasike crnih maslina
1 kasika kapra
400 gr sveze tunjevine
(ili cak i tunjevine iz konzerve...ocedjene od ulja naravno)
so
svezi bosiljak



Oprati i iseckati repove mladog luka. Oprati i raseci na cetvrtine cherry paradajz. Prodinstati ih par minuta u tiganju na 1 kasiki maslinovog ulja. Iskljuciti vatru i umesati tunjevinu iseckanu na kockice (1 cm), maslinke i kapre (ako su usoljeni onda ih prethodno treba ostaviti 5 minuta u vodi i isprati) i bosiljak iscepkan rukama. Posoliti i pobiberiti po ukusu.
U jednoj ciniji umutiti zicom jaja sa jogurtom, mlekom i maslinovim uljem, umesati obe vrste brasna, prasak za pecivo i posoliti jos malo. Treba da bude dosta tecno.
Umesati ribu i promesati dobro.
Sipati u pleh namazan puterom i posut brasnom (ili oblozen papirom za pecenje) i peci u rerni prethodno zagrejanoj na 180° oko 30 - 35 minuta.





18 commenti:

  1. Ova proja je odlicna, ali meni su se posebno dopali stihovi. U pravu si, ponekad (cesto) nam je bas to potrebno. Uvek zurimo i uvek zalimo za neostvarenim, a ne cenimo ono sto smo uradili, videli, osetili...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da...sve sto vise vreme ide sve vise i vise sam uverena da treba uzivati u sadasnjosti, u malim ili manje malim momentima sadasnjosti...ali i verovati da nam zivot nudi jos puno mogucnosti...
      Da, da...projica je fina ali posle Hikmeta jadna ide u drugi plan ! Neka, neka...

      Elimina
  2. Mi piace molto questa focaccia soffice e umida che racchiude sapori mediterranei :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Milena, potrebbe esserci la tua firma sopra, no? Se poi riuscissi a scattare una foto che almeno da lontano assomigli alle tue...

      Elimina
  3. Sjajno,I svidja mi se sto je sa svezom tunjevinom.A i Hikmet mi je fino legao,,,kao velikom fanu Turske,,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne znam bas koliko sam "turski fan" ali Hikmet je Car...
      Mirjana, ukoliko nema sveze tunjevine onda moze i sa konzervom iako naravno nije uopste isto...

      Elimina
  4. Hikmet mi piace tanto, è suo il primo libro di poesie che ho comprato :)
    questa focaccia insolita mi incuriosisce: ha dei colori bellissimi, è sempre un piacere passare dalla tua cucina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me piace tantissimmo....mi ricordo quando ho letto questi versi per la prima volta: ne ero talmente colpita e quasi ossesionata...
      La ricettina è la "rivisitazione" mediterranea di una tradizionale focaccia serba fatta con la farina di mais...
      Devo assolutamente trovare il thé Matcha in polvere per fare i tuoi biscottini...lo trovo in foglie ma in polvere no...

      Elimina
  5. Što se stihova tiče u pravu si da nam nekada baš to treba. A nismo niti svjesni koliko nam treba, odnosno nisam očekivala koliko će me ovi stihovi dotaknuti da ih već nekoliko puta čitam i o njima razmišljam.
    Gledam i slike ovog odličnog jela i uživam, čitam recept i mislim kako je ovo dobro. Odlično je Marina, super iskombinirano i pripremljeno, a sviđa mi se i oblik "torte na kat" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da...ono sto me fascinira kod njih je to sto te prosto "opsednu"...toliko su puni nekog optimizma koji kao da ima neceg tragicnog u sebi...
      Proja na sprat je pravi "fusion", zar ne ?
      Hvala Branka, kompliment kada dodje od Carice vredi vise...

      Elimina
  6. la poesia salverà il mondo...accanto ad una ricetta così poi!!!
    da stasera ci sono anche io tra i tuoi lettori fissi!
    piacere di conoscerti!
    Betulla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe veramente bello se la poesia potesse salvare il mondo...allora diffondiamole, potrebbe essere un modo nuovo di fare politica !
      Benarrivata...
      Marina

      Elimina
  7. Bellissime le parole della poesia e bellissima anche questa ricetta! Nella prima foto sembra una torta a tre piani...sei una grande!
    Mi segno la ricetta visto che ultimamente i ragazzi apprezzano molto queste preparazioni.
    Un abbraccio!
    PAola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con piacere noto che Hikmet unisce le food blogger !!
      Infatti, visto che non riesco a fare la Pavlova a tre piani mi prendo la rivincita con la focaccina...è vero, ai ragazzi piace...
      kiss

      Elimina
  8. Znas da bih tvoje projice rado spakovala u korpicu za izlet, sve zajedno sa tim divnim tufnastim salvetama, i zbrisala negde u prirodu (makar i u obliznji parkic), i onda uzivala na svezem vazduhu i natenane ih grickala.:)) p.s. stihovi su mi se isto dopali i bas mi je drago da si ih objavila...:))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jaoj ja sam se zaljubila u te tufnaste salvete, imam ih i roze i zelene (cini mi se da su zelene nekako najlepse)! I one su mi nekako za izlet...spremam sledeci post: videces jos nesto idealno za izlet pa ces mi reci !
      Hikmetovi stihovi ne mogu a da ne osvoje...cini mi se da su kod nas malo poznati i ja sam ga otkrila tek ovde !

      Elimina
  9. ti è venuta meravigliosa questa focaccia.
    io col lievito per torte salate non vado molto daccordo :((
    piacere di conoscerti :)
    a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Betty (Elisa per la verità...l'ho appena visto),
      grazie...sono contenta che ti piaccia, è molto gustosa e facilissima da preparare ! Io non vado invece per niente d'accordo con lievito fresco...in generale con lievito ! Ci penso spesso e mi chiedo perché...
      a presto,
      Marina

      Elimina