venerdì 12 ottobre 2012

Torta di mele autunnale...Jesenja torta od jabuka...





Il profumo della torta di mele è di quei profumi che sanno di casa, di gioia...tranquillizzano, danno sicurezza...coccolano, abbracciano, accarezzano...riportano all’infanzia, all’ingenuità...alla semplicità che vediamo intorno a noi  soltanto quando siamo profondamente e sinceramente felici.
Ciascuno di noi può riconoscersi in una semplice torta di mele appena fatta...è impossibile non amarla !
E’ autunno però...e piano, piano, cadono le foglie...tocca aspettare...

Miris torte sa jabukama je jedan od onih mirisa koji neminovno asociraju na kucu, radost....smiruju, daju sigurnost...maze nas, grle, miluju...vracaju nas u detinjstvo, u period nevinosti i naivnosti...u jednostavnost koju vidimo oko nas samo onda kada smo duboko i iskreno srecni.
Svako od nas moze da se prepozna u jednoj obicnoj torti sa jabukama koja je upravo izasla iz rerne...nemoguce je ne voleti je!
Ali jesen je pred nama i lisce polako, polako opada...valja se cekati...





Per la pasta brisée al cacao:

250 g di farina
150 g di burro
50 g zucchero
4 cucchiai di cacao amaro
1 tuorlo
Poca acqua fredda se serve

3 mele golden
250 ml di crema di latte
70 g di pistacchi tritati
75 g di zucchero
1 uovo
Buccia grattugiata  di 1 limone





Za cokoladno masno testo:
250 gr brasna
150 gr putera
50 gr secera
4 kasike kakao u prahu
1 zumance
Malo hladne vode

3 nakisele jabude
70 gr mlevenih pistaca ili badema
250 ml sveze slatke pavlake
75 gr secera
1 jaje
Rendana korica od 1 limuna




 



Impastare la farina, il cacao e il burro per ottenere un impasto granuloso. Aggiungere lo zucchero e il tuorlo e se ce ne bisogno un po’ di acqua fredda. Formare un disco di pasta e lasciarlo riposare per 30 minuti nel frigorifero.     
Sbucciare le mele e tagliarle a spicchietti .


Pomesati brasno i kakao i brzo umesiti sa hladnim puterom iseckanim na kockice. U tu mrvicastu masu dodati secer, zumance i malo hladne vode koliko je neophodno da bi se testo sjedinilo. Ostaviti ga da odlezi u frizideru 30 minuta.
Oljustiti jabuke i iseci ih na tanke kriscice. 



Stendere la pasta brisée nella teglia per crostate precedentemente foderata con la carta da forno. Passare con il mattarello sui bordi per tagliare la pasta in eccesso. 


Obloziti testom okruglu tepsiju (moja je bila precnika 24 cm i visoka 3cm) prethodno prekrivenu papirom za pecenje. Oklagijom preci preko ivice da bi se odstranio visak testa. 


Disporre le mele a raggio sulla pasta. Montare con le fruste elettriche l’uovo intero con lo zucchero, la buccia grattugiata  del limone. Aggiungere i pistacchi tritati e la crema di latte. Versare tutto sulle mele scuotendo di tanto in tanto per “sistemare” la cremina e per far uscire un poco le punte delle mele.

Cuocere a 170° nel forno ventilato per 30 minuti circa. 







Rasporediti jabuke po testu. Mikserom umutiti celo jaje sa secerom i limunovom koricom. Umesati mleveni pistac i pavlaku. Preliti preko jabuka i “tesnuti” malo po stolu da bi se taj kram prosao broz jabuke i da bi one malo isplivale na povrsinu.

Peci na 170° (ja sam pekla u rerni sa ventilacijom) 30 minuta.



                                                                          Prima...

                                                                  Pre...






Dopo...

Kasnije...


E con questa ricetta partecipo al...




17 commenti:

  1. Baš mi ovako nešto treba, da me ušuška u ovaj jesenji vikend.Divno izgleda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I meni se cini da je nekako "suskava"...kada je izvadis iz rerne ona je jos uvek malo "mlitava" ali tako teba, inace se presusi..ona se posle stegne...ako nemas pistac (a znam i da kod nas kostaju kao da su od zlata) mozes da stavis i badem...naravno ukus je drugaciji, ali moze da prodje ! Eventualno mogu i lesnici da se stave ali jedino ne bih stavljala orahe...

      Elimina
  2. Ma questa è una torta stupenda e mi piace che ci sia più burro dello zucchero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riferisci alla pasta brisée ? Si, è un pò diverso il rapporto fra i due e piace anche a me...Si lavora anche meglio e difficilmente diventa dura, una volta cotta ! Ovviamente il cacao fa solo scena, ma ci sta ! L'altro giorno con la stessa pasta ma senza cacao ho fatto la crostata con i lamponi freschi e una cremina al cioccolato..

      Elimina
  3. Sempre per Fabiano: comunque, provala...è veramente buona. Nella ricetta originale ci sono le mandorle ma io sono una grande fan dei pistacchi e secondo me ci stanno anche meglio !

    RispondiElimina
  4. Tek sad vidim nove postove kad sam ciljano došla na blog jer se pitam gde si. Ne znam zašto, ali mi se pokazuju tvoje patlidžan rolnice kao najnoviji recept.
    Uvek trebaju recepti da se utroše jabuke. Uvek!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bolje ikad nego nikad...!! Ne znam zasto, nadam se da je sada sve u redu.. I ja sam se pitala gde si....
      Kolaci sa jabukama su mahom uvek isti...ili varijante lenjih pita ili varijnte torti gde je razvuceno testo gore i dole a u sredini opet seckane jabuke...sa njima se u stvari moze mnogo manje nego sa ostalim vocem ali ih svi volimo....
      Uvek na tebe mislim kada negde stavljam to kostunjavo voce...u originalnom receptu su bademi ali je obozavam pistac pa sam promenila. Svima se jako dopala...

      Elimina
  5. Io, oltre ad essere, come te fan dei pistacchi, sono soprattutto una tua fan :-) Non amo molto i dolci, lo sai. Ma la torta di mele è una delle mie poche preferite. Questa qui fatta con la base di brisée al cacao, mi ispira moltooo...e purtroppo, cara Marina, dovrò copiarti ancora una volta :-)
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo..!!!?!??! E' proprio bello quando le ricette girano da una cucina all'altra...Io invece faccio parte del fan club del tuo cuscus con le alici e limone dell'altra volta...
      neanch'io sono una grande amante dei dolci ma come dici tu, delle volte ne sento proprio il bisogno...e in quelle occasioni devono esere un pò peccaminosi...
      Un abbraccio carissima Rosalba !

      Elimina
  6. Eccola qui la torta che aspettavo....che meraviglia.Praticamente una crostata con ripieno davvero golosa!
    Sul latticello lo puoi trovare nei negozi Bio oppure farlo da te...ci sono decine di ricette in rete ma io lo faccio con 50% di yogurt intero e 50% di latte magro. Ti abbraccio carissima, Pat

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Patty...sia del complimento per la torta sia per le "dritte" ped il latticello ! Da quando mia figlia ha visto le foto del tuo pollo fritto non fa altro che chiedere: "Quand'è che lo fai anche tu ?"
      Un abbraccio,
      Marina

      Elimina
  7. uh, čokoladno testo pa još i jabuke. Divnoooo :)
    Nego sve hoću da ti kažem da sam se oduševila kada sam te videla u Sale i Pepe. Čestitam :)

    RispondiElimina
  8. Neverovatno je koliko je malo potrebno pa da se nesto tako obicno kao sto je masno slatko testo pretvori u nesto "satro specijalno"...!
    Hvala Zoko, ne mozes ni da zamislis koliko sam se ja odusevila kada su me pozvali..!!

    RispondiElimina
  9. Marina...posso chiederti come fai la crema di latte????
    Mi piace tantissimo questa torta...vorrei farla!
    Un abbraccio
    PAola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo...!! Crema di latte è il termine culinario che si usa per indicare la panna fresca...quella che si usa per fare la panna montata ! Io uso quella della Centrale di latte ma puoi usare anche un'altra...io non uso mai la panna da montare a lunga conservazione, ho sempre l'impressione che ci sia un saporaccio sotto...
      E' una torta veramente buona, l'ho fatta ultima volta questa domenica...non avendo avuto i pistacchi ho messo le nocciole e non era male per niente...beh, pistacchi sono un'altra cosa !
      Un bacio,
      Marina
      p.s mi fai sapere cone è venuta....?

      Elimina
  10. ciao, complimenti è davvero bella e interessante la tua crostata!!! ciao tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana...è anche molto gustosa...
      Mi fa piacere conoscerti, un saluto,
      Marina

      Elimina