venerdì 18 maggio 2012

Il falso sartù di riso...ili, lazni sartù...



Il sartù di riso è un piatto eccezionale…è buono, bello da vedere…sontuoso e semplice nello stesso tempo..sa di casa, di caldo, di sole…io lo trovo addirittura elegante…è perfetto..! Ha le sue regole, gli ingredienti precisi…non si scherza con il sartù…la salsa di pomodoro deve essere fatta con i pomodori freschissimi, maturi…il basilico deve essere fresco e profumato…le polpette fatte con la carne di vitello, piccolissime e tutte uguali…mozzarella….beh, inutile dire come deve essere…i piselli freschi e piccolini…
Ovviamente,
quello che io sto per fare non è il vero sartù anche se ci assomiglia…rispetto troppo il vero sartù per dire che questo è una “mia rivisitazione” (che espressione super, superissimamente inflazionata !) e poi…non oso neanche immaginare i membri di un’eventuale confraternita di Sartù che difendono il piatto da noi blog – barbari…pronti a bussare alla porta della mia cucina per prendermi…chiudermi in una galera e buttare la chiave in un campo di pomodori…condanarmi a mangiare la pasta al ketchup e sottilette per il resto della mia vita oppure, nella migliore delle ipotesi…chiudere il mio blog appena nato…! Proprio adesso, quando ho capito come funziona…no, non ci cascherò…!!

Sartù di riso…jelo koje pripada aritokratskoj kuhinji iz Napulja…Bozanstveno…ukusno, lepo na oko…velicanstveno u svojoj jednostavnostii…asocira na toplinu kuhinje, na sunce…nalazim da je cak i elegantno..jednom reci, perfektno…! Naravno, pravila su tu, sastojci su precizni bez ikakve sale…sos od paradajza treba da je napravljen od svezeg, zrelog, letnjeg paradajza…bosiljak je svez i mirisan…cuftice od teleceg mesa su minijaturne i sve su iste…o mocareli ne treba ni da se prica…grasak je obavezno sitan, prolecni…
Jasno je kao dan da ovo sto ja pravim nije pravi “sartù” iako lici…suvise ga postujem da bih rekla da se radi o nekoj “mojoj revizitaciji” (koji sund izraz…!)…ne usudjujem se ni da pomislim kako bi na tako nesto mogli da reaguju clanovi nekog eventualnog “bratstva” ciji je smisao zivota zastita gore navedenog jela od nas blogerskih Varvara….mogli bi cak i da mi dodju na vrata i da me uhapse…da me zatvore u tamnicu a kljuc da bace u zapusteno polje paradajza…da me osude da do kraja zivota jedem rezance sa kecapom i Buca sirom ili u najboljem slucaju da mi zatvore blog na cijem sam sirenju upravo pocela da radim..! bas sada, kada pocinjem da kapiram kako sve to funkcionise…ne draga Gospodo…ne dolazi to u obzir…!
 
Allora, ecco gli ingredienti per 4 persone:





300 g di riso arborio o carnaroli
½ bicchiere di salsa di pomodoro
Acqua o brodo
1 spicchio d’aglio
Basilico fresco
200 g di tonno fresco
1 fetta di pane casereccio
4 ciliegine di mozzarella (anche ricotta fresca, forse è meglio)
1 pugno di fagiolini
Parmigiano
3 tuorli
1 mazzetto di rughetta
Olio extravergine d’oliva

 
300 gr pirinca (Arborio ili Carnaroli)
½ case sosa od paradajza
Supa ili voda
1 cen belog luka
Svezi bosiljak
200 gr sveze tunjevine
1 parce hleba
4 male mocarelle (iako smatram da je bolje koristiti rikotu ili sremski sir)
1 saka sitne zelene boranije
Parmena
3 zumanceta
1 vezica rukole
Maslinovo ulje

 
Cuocere il riso come se fosse un risotto insieme all’aglio, salsa di pomodoro e il brodo.
Aggiustare di sale e di pepe, aggiungere 2 cucchiai di parmigiano e i tuorli. Mescolare bene.

 
Skuvati pirinac kao kada se pravi risotto, zajedno sa belim lukom, sosom od paradajza i supom...ne treba da bude strasno gusto. Posoliti i pobiberiti, dodati 2 kasike parmezana i 3 zumanceta. Dobro promesati.


Preparare le polpettine (devono essere piccole) con il tonno crudo tritato e il pane ammorbidito nell’acqua. 

 
Napraviti cuftice (treba da budu male) od mlevene tunjevine i hleba koji je prethodno bio namocen u vodi. 


Imburrare gli stampini per il sartù (i miei sono 8 cm alti e 5 cm largi) e cospargerli di pangrattato.

 
Namazati puterom modlice za Sartù (moje su visoke 8 a siroke 5 cm) i posuti unutrasnjost prezlama. Umesto modlica moze se koristiti i jedna veca modla, neki okrugli pleh.


Disporre il riso sul fondo e sulle pareti degli stampini e riempirli con i fagiolini tagliati a pezzettini e la mozzarella tagliata a dadini. Chiudere con il riso rimasto e cospargere di pangrattato. 

 
Obloziti dno i stranice pirincem i napuniti kuvanom i seckanom boranijom i sirem. Zatvoriti pirincem i  posuti prezlama.

 

Cuocere nel forno precedentemente riscaldato a 180° per 20 minuti al massimo. Lasciar riposare almeno 10 minuti.
Nel frattempo, lavare la rughetta e cuocerla nell’acqua per 3-4 minuti. Frullarla con un po' d’acqua di cottura e un filo d’olio. Salare.
Friggere le polpettine di tonno in un tegame di teflon.
Versare la salsa di rughetta sul piatto a specchio. Sformare i sartù sul piatto e decorare con le polpettine.

 
Peci u rerni koja je prethodno bila zagrejana na 180° ne vise od 20 minuta. Ostaviti da odlezi desetak minuta pre sluzenja.
U medjuvremenu oprati rukolu i skuvati je u vodi (3-4 minuta je dovoljno). Izmiksovati sa malo vode u kojoj se kuvala i sa malo maslinovog ulja. Posoliti.
Isprziti cuftice u teflonskom tiganju na malo ulja.
Na tanjir staviti sos od rukole, odozgo sartù i ukrasiti cufticama.

Nessun commento:

Posta un commento